opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Violenza e democrazia : psicologia della coercizione : torture, abusi, ingiustizie

Zamperini, Adriano

2016

Abstract
Democrazia è parola mimetica, spesso asservita alla retorica dei potenti. Tra i fenomeni disturbanti nascosti dal mantello mimetico della democrazia c'è la coercizione, agita con la minaccia, la punizione e l'uso della forza fisica. Anche in uno Stato di diritto, l'apparato di coercizione che può essere dispiegato contro i cittadini è imponente. Nell'esercizio di un simile potere, le autorità devono autodisciplinarsi per non oltrepassare il limite della legittimità, pena il rischio di trasformare la coercizione in violenza. Il libro analizza questo crinale scosceso portando il lettore in una stanza di tortura, mettendolo di fronte agli abusi delle forze di polizia, invitandolo nei reparti psichiatrici che praticano la contenzione meccanica, e infine chiamandolo a misurarsi con i costi umani generati dal neoliberismo. Un percorso assistito dalla convinzione che i contributi offerti dalla psicologia sociale aiutano a comprendere e gestire i conflitti tra libertà e coercizione in democrazia.
  • Lo trovi in
  • Scheda
LUAPO@Biblioteca e Mediateca Porcari

Biblioteca

  • BIBLIOTECA E MEDIATECA PORCARI

Documento disponibile

Inventario
39369
Collocazione
BIB 365.64 ZAM